Come chiedere un prestito senza busta paga

I prestiti personali senza busta paga sono finanziamenti pensati appositamente per chi non ha uno stipendio fisso.  Ciò naturalmente non significa che non servano garanzie alternative che rassicurino la banca sulla capacità del richiedente di restituire il debito; ad esempio due delle garanzie alternative più comunemente diffuse sono l’ipoteca su un immobile di proprietà e il prestito ipotecario con vitalizio.

Altra alternativa (più rara) è avere un garante, ossia una persona che si impegna ufficialmente a pagare le rate del prestito senza busta paga al posto di chi ne fa domanda qualora il soggetto non fosse più in grado di adempiere al pagamento. A tale finalità è necessario che il garante abbia una buona affidabilità creditizia.

In alcuni casi, a chi non ha altre garanzie da presentare, può essere concesso un prestito senza busta paga cambializzato. Questo tipo di prestito prevede il pagamento delle rate tramite cambiali, ovvero tramite un titolo esecutivo che stabilisce che in caso di mancato pagamento (anche di una sola mensilità) la banca è autorizzata a pignorare i beni pari al valore della rata non pagata.

Vi sono poi i prestiti senza busta paga con pegno a garanzia.Prestiti-senza-busta-paga

Se si posseggono beni di valore, come ad esempio gioielli o pietre preziose possono essere usati come garanzia per il pagamento. Il credito su pegno è l’ideale se si ha bisogno urgente di denaro liquido e non si dispone di un reddito regolare. Inoltre è anche quello che viene più facilmente erogato dalle banche o dalle finanziare.

Proprio perché le banche non sono disposte a esporsi troppo verso chi ha un ovvio profilo rischio più elevato, dovuto alla mancanza di un reddito regolare, questi prestiti riguardano sostanzialmente importi contenuti, solitamente si parla di meno di 5.000 euro.

I prestiti senza busta paga e senza garanzie vengono erogati sia dalle banche che dalle finanziare. Tuttavia, dal momento che si tratta di una categoria estremamente ampia e che prevede diverse variabili , è consigliabile rivolgersi direttamente alla banca più vicina, presentare il proprio caso e vedere cosa propongono!

Tra le categorie principali a cui si rivolgono i prestiti personali senza busta paga vi sono :

  • Disoccupati
  • Casalinghe
  • Studenti
  • Giovani imprenditori
  • Lavoratori autonomi
  • Lavoratori dipendenti con regolare busta paga ma impegnata, perché magari hanno già uno o più finanziamenti in corso che assorbono circa la metà del proprio stipendio.

Altra alternativa da tenere in considerazione per ricevere dei prestiti di piccole somme sono i prestiti tra privati e i piccoli prestiti concessi dalle banche, da tenere conto come ultima possibilità in quanto i tassi di interesse sono troppi elevati.

Lascia un commento